Hera: dopo la festa, diamo una seconda vita agli alberi di Natale

Gen 7, 2014 by

Bastano alcune semplici attenzioni per trasformare i rifiuti in una buona pratica per l’ambiente. Ecco qualche consiglio all’insegna della sostenibilità

Che fine fanno gli alberi di Natale senza radici, che non possono essere reimpiantati e che dopo le festività lasciano le nostre case? Se conferiti correttamente, possono diventare una grande risorsa.
Gli alberi di natale inutilizzabili, infatti, possono essere trasformati in ottimo fertilizzante da impiegare in agricoltura o giardinaggio: il compost.
Per avviare questo semplice processo Hera invita i cittadini a non abbandonare gli abeti natalizi sulle strade a fianco dei cassonetti, per altro vietato dalla legge, ma a conferirli presso uno dei 14 Centri di Raccolta presenti in provincia di Rimini. Bellaria Igea Marina in via Fornace; Cattolica in via Emilia Romagna 236; Coriano in via Piane; Misano Adriatico in via Larga (loc. Santa Monica); Poggio Berni in via Mulino Pari; Riccione in via Lombardia; Rimini Miramare in via Cavalieri di V. Veneto; Rimini in via Nataloni; Rimini Viserba in via Celli; Santarcangelo di Romagna in via di Scalone; S.Giovanni in Marignano in Via Brenta; Saludecio in Via Al Mare; Valconca (San Clemente) in via Beccaria e Verucchio in via Leonilde Iotti. Per informazioni su orari di apertura e materiali conferibili nei Centri di Raccolta, i Clienti possono rivolgersi al numero verde 800.999.500 (da cellulare 199.199.500, costo della chiamata come da contratto telefonico scelto dal cliente) oppure sul sito www.gruppohera.it. Il conferimento di rifiuti differenziati presso le Stazioni Ecologiche del territorio riminese seguirà le normali procedure già previste dai vari Comuni di riferimento.

Anche il resto dei rifiuti prodotti durante le feste possono offrire l’occasione per attuare le buone pratiche all’insegna della sostenibilità. A Natale, come ogni anno, sotto l’albero arrivano i regali e, con loro, anche tanti rifiuti: carta colorata, fiocchi, cartoncini e involucri di ogni tipo. Ovviamente, non vanno cestinati tutti insieme, per fare un dono all’ambiente e aprire l’anno all’insegna dell’ecologia, i rifiuti vanno conferiti in maniera corretta, stando attenti a riconoscere e dividere i diversi materiali. Per questo, è importante seguire alcune regole di seguito riepilogate.

Imballaggi in cartone e polistirolo
Gli imballaggi voluminosi in cartone devono essere ridotti di volume e conferiti insieme alla carta negli appositi contenitori stradali.
Gli imballaggi in plastica o polistirolo vanno, invece, inseriti nei contenitori della plastica; se di grandi dimensioni, la loro destinazione è la stazione ecologica di Hera. Nel caso in cui siano sporchi, vanno insieme all’indifferenziato. Si rinnova l’invito a non abbandonare alcuna tipologia di rifiuto fuori dai contenitori di raccolta stradale.

Carta regalo

Se dorata o argentata, deve essere conferita nell’indifferenziato così come i nastri e i fiocchi colorati che decorano i pacchi dono.

Vetro

Si può riciclare all’infinito: le bottiglie, dopo il brindisi, vanno conferite negli appositi contenitori.

Luci di Natale

Se non più utilizzabili, diventano Raee (Rifiuti da Apparecchiature elettriche ed elettroniche) e devono essere portate alle stazioni ecologiche.

Rifiuti organici

Corrispondono a circa il 30% di tutti i rifiuti prodotti: dove è presente il servizio di raccolta, è necessario conferirli nel contenitore della frazione organica. In alternativa, possono essere riutilizzati attraverso l’uso della compostiera, un contenitore che trasforma gli scarti organici (residui dei pasti, erba e fogliame) in concime attraverso un processo di degradazione naturale. La compostiera può essere richiesta gratuitamente da chi ha un’area verde di proprietà telefonando al servizio clienti Hera 800.999.500 o direttamente alla stazione ecologica.

Vecchie apparecchiature elettroniche

Le apparecchiature elettroniche, come telefoni cellulari, pc, palmari, televisori, restano fra i doni natalizi preferiti. Che fare dei vecchi dispositivi quando se ne ricevano nuovi in regalo? Se ancora funzionanti è possibile riutilizzarli, magari regalandoli a qualcuno che ne abbia bisogno oppure ad associazioni umanitarie che si occupino di redistribuirli. Se i dispositivi non sono più funzionanti, possono essere consegnati alle stazioni ecologiche Hera per essere avviati a recupero. Queste apparecchiature, infatti, contengono metalli come piombo, cadmio, oro, cobalto: risorse esauribili in natura che, attraverso la raccolta differenziata, possono essere recuperate e riutilizzate. I metalli sono interamente riciclabili, ovvero possono essere usati varie volte, riducendo le nuove estrazioni e l’impatto ambientale delle trasformazioni delle materie vergini.

 

 

In caso di dubbio sul corretto conferimento dei rifiuti, è possibile consultare il ‘Rifiutologo’, la app di Hera scaricabile gratuitamente all’indirizzo www.ilrifiutologo.it. Il ‘Rifiutologo’ fornisce informazioni dettagliate sulla corretta gestione di ogni scarto e, grazie al GPS, è possibile trovare la stazione ecologica più vicina al punto in cui ci si trova.

Related Posts

Tags

Share This

468 ad

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *